HOME
SERVIZI
VERIFICHE IMPIANTI A PRESSIONE

VERIFICHE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE


Ai sensi del D.M. 11 aprile 2011.
Per la corretta verifica di apparecchi di sollevamento e impianti a pressione è necessario seguire la procedura in vigore:

MESSA IN SERVIZIO

Al momento della messa in servizio, primo utilizzo conforme alla destinazione, delle attrezzature il datore di lavoro deve inviare la relativa domanda/richiesta all’ufficio INAIL competente, il quale assegna alle attrezzature un numero di matricola appena ricevuta la domanda completa, oppure a seguito della verifica di messa in servizio effettuata dallo stesso Istituto.

PRIMA VERIFICA

Alla scadenza del termine stabilito dall’allegato VII del D.Lgs. 81/08 e s.m.i., il datore di lavoro deve richiedere all’INAIL l’esecuzione della prima delle verifiche periodiche, comunicando il luogo presso il quale sono disponibili le attrezzature ed il nominativo di I.P.I. Srl come Organismo Abilitato cui INAIL si avvale in caso di impossibilità.

La verifica dovrà essere effettuata entro 45 giorni dalla richiesta. Decorso inutilmente tale termine, il datore di lavoro potrà richiedere la verifica direttamente ad I.P.I. Srl.

VERIFICHE SUCCESSIVE

Le successive verifiche sono effettuate su libera scelta del datore di lavoro dalle ASL o, ove ciò sia previsto con legge regionale, dall’ARPA o da soggetti pubblici o privati abilitati come I.P.I. Srl.

Il datore di lavoro pertanto può richiedere le verifiche periodiche successive alla prima direttamente ad I.P.I. Srl, che provvederà ad effettuare le stesse in tempi rapidi ed efficienti.

La scelta del Soggetto Abilitato come I.P.I. Srl, deve avvenire anche nel caso in cui il datore di lavoro si rivolge ad un soggetto pubblico per lo svolgimento delle verifiche successive alla prima (ASL, ARPA), infatti i soggetti pubblici hanno un limite temporale di 30 giorni per eseguire la verifica, scaduti i termini, la verifica verrà effettuata dal soggetto abilitato indicato. Le verifiche periodiche sono finalizzate ad accertare la conformità delle attrezzature relativamente allo stato di manutenzione, alle modalità di installazione previste dal fabbricante nelle istruzioni d’uso, al mantenimento delle condizioni di sicurezza previste dal fabbricante in origine e specifiche dell’attrezzatura di lavoro, ed alla verifica dell’efficienza dei dispositivi di sicurezza e di controllo.

Le verifiche periodiche sono quindi uno strumento molto importante per la gestione dei rischi sul lavoro, la mancata osservanza delle periodicità può comportare gravi danni in termini di sicurezza sugli impianti e sulle persone, sanzioni pecuniarie per il datore di lavoro e la disposizione del fermo degli impianti.

Affidati a noi per le verifiche delle tue attrezzature ed insiemi a pressione.



L’attività ispettiva riguarda le seguenti attrezzature di lavoro:

GRUPPO GVR (gas, vapore, riscaldamento)

Attrezzature a pressione:
  • recipienti contenenti fluidi con pressione maggiore di 0,5 bar (Rif. art. 3 decreto legislativo n. 93 del 25 febbraio 2000);
  • generatori di vapor d'acqua;
  • generatori di acqua surriscaldata;
  • tubazioni contenenti gas, vapori e liquidi;
  • generatori di calore alimentati da combustibile solido, liquido o gassoso per impianti centrali di riscaldamento utilizzanti acqua calda sotto pressione con temperatura dell'acqua non superiore alla temperatura di ebollizione alla pressione atmosferica, aventi potenzialità globale dei focolai superiori a 116 kW;
  • forni per le industrie chimiche e affini.

Insiemi:
  • assemblaggi di attrezzature da parte di un costruttore certificati CE come insiemi secondo il decreto legislativo n. 93 del 25 febbraio 2000.